martedì, febbraio 09, 2010

ALTAR OF PLAGUES - White Tomb



Tracklist:

-Earth:
1. Earth: As a Womb
2. Earth: As a Furnace
-Through the Collapse:
3. Through the Collapse: Watchers Restrained
4. Through the Collapse: Gentian Truth


White Tomb è il primo full lenght degli irlandesi Altar Of Plagues. Targato 2009, è album di pregevole fattura la cui catalogazione risulta alquanto difficile per la presenza di elementi attinenti al black, al doom ed al death sapientemente miscelati.
Il disco è composto da solo due tracce, a loro volta divise in due sottotracce: Earth e Through the Collapse.
Dai titoli è già possibile intuire il concept dell'album: la terra e i suoi cambiamenti dovuti alla globalizzazione e all'impatto umano.
Earth: As a Womb e Earth: As a Furnace son due brani che ben rappresentano l' ibrido "post blackmetal" in questione: screaming su un tappeto di arpeggi che lasciano spazio a momenti ambient, quasi come concederci attimi di riflessione.
La chiusura in lead di chitarra di Earth: as a Furnace non lascia per nulla immaginare cosa ci aspetta; si rimane sconvolti e spiazzati dai riff aggressivi di Through the Collapse: Watchers Restrained, ed improvvisamente il tempo rallenta e diventa un doom oscuro alla Khanate grazie alla voce graffiante di Nathan Misterek (Graves At Sea).
Droni ci anticipano a quella che sarà l'ultima traccia: Gentian Truth. Si cambia nuovamente atmosfera, siamo verso sonorità postmetal con un growl più morbido che lascia spazio ad un coro di voci (apparentemente collegate alla seconda traccia) su corde che sembran quasi pizzicate fino a creare un incredibile climax di chitarre, quasi a rappresentare che in fondo la speranza esiste ed è la genziana, una pianta che cresce nei 3 principali continenti, gli stessi che stanno provocando il vuoto nella terra.
Sono inevitabili i paragoni con altre bands del genere, Wolves In The Throne Room e Fen in primis, tuttavia gli Altar of Plagues ci offrono un lavoro alquanto personale e curato nei minimi particolari, ove ogni brano rappresenta una piccola e preziosa gemma perfettamente incastonata nel complesso dell'opera.
Niente male per una band al debutto!


Malinconica

2 commenti:

Angelo Canuto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Angelo Canuto ha detto...

brava!!!fai venire la curiosia' di ascoltare il disco anche se non si sa niente del gruppo!!